Synap(see)

Parco

Il progetto ‘Parco’ realizzato dal collettivo Synap(see), nasce con la volontà precisa di indagare la definizione stessa di parco.

I parchi italiani rappresentano un arcipelago di territori, ecosistemi, paesaggi assai diversi. Come diverse sono le definizioni che il concetto di parco racchiude: parchi nazionali, regionali, riserve, zone umide, oasi, reti e aree protette.

Un immaginario comune tanto ricco quanto complesso, che investe l’intera geografia della penisola, da Nord a Sud. Non solo ambiente ma abitanti, persone, centri di visita, centri di educazione e formazione, scuole e università, diritti e istituzioni. Un brulicare di aspettative e prospettive non sempre coerenti.

A partire dall’estate del 2014, il collettivo ha deciso di investigare questa complessità, scegliendo di mettere a fuoco il paradigma del confine. Dove inizia e finisce un parco? Se osserviamo un parco è evidente che le relazioni che esso instaura con il territorio non si esauriscono nella sua delimitazione amministrativa.

In qualche modo il futuro, o la salute di un parco, dipendono da ciò che accade dentro e fuori di esso.


Bio

Synap(see) è l’incontro di differenti identità, realtà geografiche ed espressioni stilistiche. Synap(see) è la convergenza di filosofie, ideali e passioni. Synap(see) è vedere, oltre.

Sei autori, riuniti in un collettivo fotografico, propongono e sviluppano progetti partendo da un tema comune. Il differente approccio visivo si concretizza in lavori eterogenei come fili che si intrecciano a formare un’unica tela.

Synap(see) nasce nel 2011 ed è composto da :

Andrea Buzzichelli
Emanuela De Luca
Paola Fiorini
Antonella Monzoni
Stefano Parrini
Giovanni Presutti